Vignobles Brunier

Dai suoi umili inizi nel 1898, Vignobles Brunier è diventato uno dei grandi domini familiari del Rodano meridionale. I fratelli Daniel e Frédéric Brunier di quarta generazione sovrintendono ora a una serie impressionante di proprietà, tra cui La Roquète (Chateâuneuf-du-Pape), Les Pallières (Gigondas) e Le Pigeoulet (Vin de Pays de Vaucluse) e la leggendaria ammiraglia Le Vieux Télégraphe. Hanno persino ampliato le loro attività in Libano, dove ora sono viticoltori a Massaya nella valle della Bekaa.

La chiave per comprendere la grandezza di Vieux Télégraphe è capire la grandezza di La Crau, il più grande vigneto di Chateauneuf. Un'alta collina desolata con una vista spettacolare sul Monte Ventoux, esposta al calore mediterraneo, ma devastata dal maestrale 150 giorni all'anno, Le Crau è la quintessenza del terroir di Chateauneuf. È completamente ricoperto di galets roulés, le pietre di dimensioni di una palla da rugby che sono uniche nella regione. In alcuni punti ci sono 5m di essi ammucchiati sopra il suolo: sembra miracoloso che le vecchie viti cespugliose nodose sopravvivano qui, ma lo fanno. Sotto le galette ci sono strati di sedimenti alluvionali, calcare, silice e argilla rossa, un amalgama perfetto che sembra ancora una volta miracoloso. Non c'è da stupirsi che il vino sia così complesso.

Hippolyte Brunier, bisnonno di Daniel e Frédéric, fece la prima Vieux Télégraphe nel 1900, da un singolo ettaro di viti a La Crau. Oggi i Bruniers producono 24.000 bottiglie di Vieux Télégraphe, e le loro partecipazioni totali a Chateaneuf, Gigondas e Ventoux sono 70ha molto impressionanti. La filosofia della famiglia è invariata: il semplice obiettivo è cercare armonia tra complessità aromatica, struttura tannica e ricchezza. 

Tutti i vini sono vini classici del Rodano, superbe espressioni del terroir che combinano magicamente terrosità, rusticità, eleganza e longevità. Sono senza dubbio tra i più grandi valori del vino prodotti in qualsiasi parte del pianeta.

Filtri

Ci dispiace, ma non ci sono prodotti attualmente pubblicati in questa collezione.