Passopisciaro

Passopisciaro

"L'Etna sale attraverso strati di aria sempre più fredda fino a più delle Dolomiti; ogni notte quest'aria scivola lungo la polvere nera fino ai vigneti e li sottopone a uno sbalzo che prima li paralizza, poi gli fa distillare zuccheri e profumi alterati, distorti, deviati cioè da quello che verrebbe dal normale metabolismo di una pianta siciliana. E' un vantaggio fare il vino in questo posto che tradisce la comune meteorologia e vive racchiuso nella stranezza climatica, è un posto vergine e deserto dove regnano immagini potenti che vengono fuori da forze senza nome. Queste immagini si fanno corteggiare per anni senza lasciarsi capire del tutto, ma possono trasmettere uno stile attraverso le vinificazioni e la viticoltura, nei vini".

L’Etna è una vera e propria zona classica del vino europeo, ora in pieno rinascimento. Il vitigno è il nerello mascalase che cresce in tutte le zone coltivabili del vulcano. Le Contrade erano antiche proprietà, stavano ad altezze diverse, nascevano su colate laviche separate, sgorgate in varie epoche e da diverse profondità. L’uva che cresce su questi diversi terreni ha un diverso sapore anche a pochi metri di distanza. Le Contrade sono veri cru, sull’Etna.

Filtri

Ci dispiace, ma non ci sono prodotti attualmente pubblicati in questa collezione.