Mario Gatta

Mario Gatta

U N A T E R R A , U N V I N O

La storia di Mario Gatta affonda le sue radici alla fine degli anni 50',

quando Maria e Angelo, genitori di Mario, decidono di trasferirsi

dall'Alta Val Trompia, dove si coltivano le terre e si lavora con fatica, a

Cellatica. Sono pronti a costruire una vita diversa. Acquistano terre e

vigneti, si avvicinano all'arte della coltivazione della vigna, prendono

consapevolezza di quello che possono e non possono fare, del tipo di

terra da lavorare, e iniziano a produrre vino.

La collina si trova nella zona est della Franciacorta, è ricca di rocce

calcaree e argilla. In questo luogo, quando un tempo tutto era

sommerso, il ghiacciaio non è arrivato. E' un terreno molto buono per

vini rossi e spumanti di grande carattere.

E' qui che Mario nasce, cresce e aiuta la sua famiglia nei lavori

quotidiani, insieme ai fratelli Giuliano, Sergio, Oliviera e Renato. Maria,

donna forte e lungimirante, decide di aprire un agriturismo dove offre

piatti semplici e genuini agli ospiti : le mucche offrono latte fresco per

fare il formaggio, la terra produce frutto.

L'agriturismo si trasforma in un ristorante che Mario conduce insieme

alla moglie Donatella, la quale lo accompagna in questa avventura da

quando si sono sposati nell'81', e sempre in questi anni Mario si dedica

alla consulenza agronomica nell'ambito dell'impiantistica dei vigneti.

I due figli, Nicola e Giuseppe, crescono sulle orme del padre che li inizia

al mondo del vino e seguono con passione in prima persona l'azienda di

famiglia nel corso degli anni. I ricordi più belli sono certamente i viaggi

in Francia tutti insieme, dove hanno occasione di acquisire conoscenza

ed emozionarsi visitando numerose cantine.

La passione di Mario rimane e si fa viva più che mai con i vini Mario

Gatta, che lui considera un ritorno alle origini.

Come dice lui, in fondo, la traccia non si è mai abbandonata.

Filtri

Ci dispiace, ma non ci sono prodotti attualmente pubblicati in questa collezione.